Pagine

venerdì 24 ottobre 2014

MARCO DOLFIN ( LEGA NORD): " QUALCUNO" TRAMA CONTRO CASSON

--> Qualcuno presenta un ordine del giorno: preciso, dettagliato, con il fine nobile di creare nuovi posti di lavoro nel mondo della nautica ma sembrerebbe, da indiscrezioni ampiamente riportate anche dalla stampa, che su questo ordine del giorno ci siano più chiavi di lettura. Marco Dolfin, capogruppo della lega nord, ne fornisce più di una, pur dicendosi pronto a votare il documento, magari integrandolo anche per altre attività economiche, il consigliere della Lega sospetta che sia stato preparato ad arte per mettere in forti difficoltà il sindaco Casson per indurlo a dimettersi perché se il sindaco si dimettesse entro dicembre il partito democratico potrebbe, con il vento favorevole del premier Matteo Renzi, tentare il golpo gobbo e riprendersi il comune con un altro sindaco e portare a casa un buon risultato anche con le regionali...fantapolitica? Esternazioni della minoranza tanto per mettere in cattiva luce la maggioranza? Ovviamente non potremo saperlo in tempi brevi, intanto, come ci riferisce il consigliere Dolfin alla conferenza stampa indetta giovedì scorso a Padova per pubblicizzare la manifestazione nautica di fine settimana relatore Marino Masiero era presente parte del PD. Marino Masiero sindaco?

74 commenti:

  1. Va bene tutto l'importante è che finisca questo immobilismo che sta portando la città al disastro più totale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. su questo sono perfettamente d'accordo, sperimao però che il tacon non sia peggiore del buco....

      Elimina
    2. Esatto Andrea, questi abbiamo visto cosa sanno fare o meglio sarebbe dire cosa non sanno fare. I prossimo speriamo che siano migliori,,,,,almeno la speranza devi lasciarcela. Ciao

      Elimina
  2. A casa Casson?....e tutta la sia squadra ? Magari!

    RispondiElimina
  3. Speriamo che vadano a casa presto, Chioggia ha bisogno di ben altro che di una giunta di questo tipo.

    RispondiElimina
  4. penso che l'amministrazione Casson faccia la fine di quella di Romano tiozzo. Incapacità politica, interessi e compromessi rendono impossibile governare una città. Meglio togliere la spina. Mi stupisco che il PD ancora resista. Non capiscono forse che più tempo passa più pagheranno le pecche di questa pessima esperienza amministrativa: la gente non perdona questi comportamenti alle elezioni!

    RispondiElimina
  5. Condivido in pieno l'ultimo intervento, il governo cittadino di Casson è veramente immerso in un misto di incapacità, interessi, compromessi che rendono questa esperienza amministrativa tra le peggiori mai viste a Chioggia. Non si capisce qual'è l'interesse del PD clodiense a mantenere in vita una simile esperienza amministrativa, evidentemente ci sono anime al proprio interno che vedono la fine dell'attuale giunta come la fine della propria vita politica e dei loro interessi, quindi fanno di tutto per rimanere aggrappati alla poltrona.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non sono il difensore di questa amministrazione, che sia chiaro, non è che l'attuale amministrazione brilli ma visto che il sottoscritto faceva parte della precedente, stendiamo un velo pietoso sugli interessi, compromessi e MARCHETTE, tante marechette, della giunta Tiozzo Romano Pagio

      Elimina
  6. Le marchette sono reati e vanno denunciate altrimenti l'Italia non cambia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spiegami come è possibile che un certo architetto chieda a SST , chieda oltre 500.000 euro, come è possibile che un certo ciellino di padova abbia avuto 60/70.000 euro per non fare una beata minchia con i fondi che abbiamo avuto dalla regione per le TEGNUE ( dopo 2 anni neppure calato le boe) , come è stato possibile spendere quasi un milione di euro per la connettività internet a sant'anna...oggi sono meno di cento utenti, dividi per 700.000 euro ( decisione di Romano e del suo segretario generale) gli 8.000 euro al mese al capo di gabinetto, il cui massimo sforzo cerebrale era quello di trovare i gazebi per la lega e, nel " tempo libero" per mandare intimazioni di pagamento per l'amante dell'assessore Carlo perini ...sono stanco, ma ce ne saranno almeno altre dieci di storie " strane " compiute dalla giunta tiozzo romano pagio....questi che ci sono ora, in generale, sono ben distanti dalle porcate del ciellino e dei suoi lecca....

      Elimina
  7. I furbi e i ladri vanno puniti, quello che dico forse è vero o forse no, ma chi lo deve verificare è la giustizia quindi ste cose vanno segnalate. Mi limito a pensare questo. l'Italia ha bisogno di onestà non c'è più spazio per i ladri e paraculi, anche se rubi ina mela o fai una marchettina piccola vai perseguito. Basta corruzione! Non ne possiamo più.

    RispondiElimina
  8. e chissa' perche' il sindaco ha allontanato dal suo cerchio magico il comandante della municipale, ex finanziere. forse per essere piu' libero nelle frequentazioni e nei contatti elettorali? forse perche' ha visto cose che non doveva? io qualche domanda me la faccio. fattela anche tu Andrea

    RispondiElimina
  9. domanda legittima

    RispondiElimina
  10. ormai qualcuno si è chiuso nel bunker, sotto la Cancelleria, con i pochi fedelissimi che, per interessi più materiali che affettivi, gli sono ancora vicini. Intorno ci sono i soldati dell'Armata Rossa e la macerie della città.
    Una storia già vista, evitiamo il finale tragico per amor di popolo...

    RispondiElimina
  11. insistenti voci di um cambio di maggioranza al prossimo consiglio comunale. La passivita' totale del PD cittadino ha dato i suoi frutti

    RispondiElimina
  12. penso che il sindaco stia per papparsi il PD in un solo boccone. Alla faccia....

    RispondiElimina
  13. Francamente io credo che il nostro sindaco se vuole avere un pó di credibilità deve dimettersi. Non ha fatto niente, e quelle poche scelte che ha fatto le ha sbagliate. Voci di cambio di maggioranza? Bene. Cosí poi manca solo romano e si ritorna al passato.

    RispondiElimina
  14. Francamente credo che il nostro Sindaco è aggrappato alla poltrona è non si dimetterà neanche di fronte all'evidenza più palese. I motivi politici per compiere un simile nobile gesto ci sarebbero tutti da un bel pò di tempo ma per farlo ci vorrebbero altre qualità umane che per il momento sembrano accantonate. Per il momento quello appare del suo operato è di essere forte con i deboli e debolino e comprensivo con i forti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non voglio entrare nel merito sullo stato dei rapporti PD e il sindaco, non mi sembra che Casson sia " debole con i forti e forte con i deboli "a mio modo di vedere è una situazione complessa come in tante maggioranze, non voglio dire che va bene così, tutt'altro, è vero che le amministrazioni hanno raffiche di problemi da gestire,non è facile. Vedremo il prossimo sindaco cosa sarà in grado di fare...

      Elimina
  15. Ma davvero non ti sembra Comparato? Ma in quale Chioggia stai vivendo allora? Ma davvero vorresti farci credere che questi politici stanno operando per risolvere la raffica di problemi da gestire che ha questa città?
    Sul prossimo sindaco, quando ci sarà lo giudicheremo ancora più criticamente sul suo reale operato e non sulla apparenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi riferivo in particolare a quel " forte con i deboli "...a mio avviso non è così, su tutto il resto...stendiamo un velo pietoso

      Elimina
  16. infatti, e' debole con tutti ma ha dato incarico alla segretaria di maltrattare i personaggi scomodi. attenti pero', anche le formiche prima o poi si inc...no

    RispondiElimina
  17. Leggendo i giornali di oggi sembrerebbe che quanto ha sostenuto il consigliere comunale della Lega Marco Dolfin si starebbe realmente concretizzando. Quindi fra poco si andrebbe a votare sul serio, qualcuno ha ha idea delle possibili date?

    RispondiElimina
  18. proprio oggi che non ho preso il giornale...cosa dicono i giornali?

    RispondiElimina
  19. Casson, sostituto di Romano Tiozzo, finira' mercoledi' la sua grigia esperienza amministrativa. Con lui se ne andranno personaggi che hanno guastato il lavoro di tutta la macchina comunale e, di conseguenza, di tutta la citta'. Conto le ore.

    RispondiElimina
  20. fra poco vedremo Masiero sindaco e Casson che dorme sotto il portico del municipio....

    RispondiElimina
  21. a tutti i ben informati, Comparato compreso, il consiglio comunale è stato convocato martedì 4 novembre (e non mercoledì!) alle ore 19.30.
    Andrea, prepara la telecamera!
    PS: La sospetta coincidenza con la partita di Champions della Juventus forse serve a diminuire il pubblico presente ma soprattutto a far mancare la presenza di qualche consigliere comunale.
    Anche queste sono manovre di grande livello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quindi quelli del Milan ci saranno tutti. Sarà un bene o un male per le sorti della giunta guidata dallo Juventino Casson? Domani quasi quasi ci sarebbe da preferire il consiglio comunale che potrebbe essere storico alla gara di Champions League, un pensierino si può fare.

      Elimina
    2. Mah, onestamente ho una profonda tristezza per quanto sta accadendo...ho partecipato attivamente alle elezioni per eleggere Romano Tiozzo Pagio, ora se da qualche parte leggo o sento la frase: " la svolta " - fu l'efficace slogan di quella campagna elettorale - mi viene, non scherzo, la nausea. Lo slogan della campagna di Casso fu : " l'idea che funziona " ora, facendo un discorso generale, è possibile che come città no riusciamo ad esprimere una classe dirigente che riesca a pensare principalmente ad amministrare e non a gestire le rogne politiche? facciamoci una riflessione

      Elimina
    3. Andrea pensa seriamente a candidarti, con tutti i tuoi difetti ( ma chi non ne ha ) saresti una seria sentinella all'interno del nuovo consiglio comunale. Se non lo fai motivandolo con quello che stai facendo adesso ( molto importante ) ti capisco. Ma ribadisco uno come te all'interno ci vorrebbe davvero, visto che oramai sei visto come un'entita neutra non identificabile con una appartenenza politica. Buon lavoro

      Elimina
    4. ti ringrazio ma non sarebbe né coerente con quello che sto facendo né corretto nei confronti di tutti quelli che mi hanno dato fiducia, domani dovrei anche intervistare la Erika Baldin candidata consigliera regionale. Io credo che posso fare molto di più per la mia città facendo quello che sto facendo ora, incontro ogni giorno tanta gente che mi ringrazia, mi sorride, mi fa i complimenti...qualcuno mi manda sia chiaro, se io scendessi in campo un'altra volta, per me, sarebbe un passo indietro e non in avanti.

      Elimina
    5. Andrea grazie per la risposta. Ciao

      Elimina
  22. OGGI 3 NOVEMBRE FACCIO UNA PROFEZIA:
    NON SUCCEDERA' NIENTE!!!
    RIMETTERANNO TUTTO A POSTO E ALLA FINE RESTERA' QUESTO SINDACO E QUESTA AMMINISTRAZIONE FINO ALLA FINE DEL MANDATO (2016).
    SMETTETELA DI PERDERE TEMPO DIETRO A QUESTE MANFRINE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non portare sfortuna che questa città ne ha già avuta troppa dopo due amministrazioni cosi inconcludenti per la res pubblica. La città che sta soffrendo realmente si augura che qualcosa si muova, solo chi è compromesso con loro spera che riescano a superare anche questa mareggiata.

      Elimina
  23. se vince Masiero non si farà più il ponte sul Brenta.
    mi pare che la sua sia una candidatura solo con quest'obiettivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. qualcuno magari ci spiegherà i reali motivi della realizzazione di quel ponte/diga sul brenta!!!!
      La credibilità delle motivazioni portate dall'amministrazione comunale a sostegno della realizzazione del ponte sono un pochino debolucce, sembrano simili a quelle che hanno portato alla realizzazione del Mose. La speranza naturalmente è quella di avere sbagliato considerazione.

      Elimina
    2. Il ponte bisogna che sia fatto,gli interessi di Chioggia Sottomarina non possono essere ostacolati da qualcuno che vuole solamente farsi i propri interessi e non quelli della città.

      Elimina
  24. Masiero ha detto che la brandina e il sacco a pelo glieli presta volentieri

    RispondiElimina
  25. a parte l'ironia che ci sta tutta, il Sindaco Casson e tutti coloro che gli sono vicini dovrebbero chiedersi umilmente e cristianamente ( visto che vanno sempre in chiesa ) se per il bene di Chioggia è un bene che simile situazione di stallo politico e decisionale vada avanti o se è meglio chiudere qui per il bene di tutti. Credo che questa è la domanda che si sta ponendo tutti coloro che non sono direttamente coinvolti politicamente. Cosa serve rimanere ostinatamente attaccati alla poltrona quando tutto attorno sembra portare ad una scelta di responsabilità. Signor SIndaco se prende lei la decisione sarà un medaglia che potrà portare orgogliosamente nel petto, se invece la subirà sarà visto come un politico della vecchia generazione che ha fatto di tutto per rimanere aggrappato al posto per difendere non si sa quali strategici interessi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so perché ma io non mi vedo Giuseppe Casson così attaccato alla poltrona per difendere " chissà quali interessi " io credo che Casson speri di passare una situazione di stallo, dovuta anche ad una congiuntura economica disastrosa, e che dei risultati arrivino, guardate che non voglio difendere il sindaco...però, onestamente, il PD avrà qualche difficoltà a dimostrare nella prossima campagna elettorale che tutte le colpe sono di Casson con 4 assessori in giunta, un presidente di SST, un vicepresidente in Veritas un congruo numero di consiglieri comunali...ora è tutta colpa di Casson?

      Elimina
  26. Per entrare con la telecamera devo chiedere il permesso, in più ho altre cose da fare per domani. Se Masiero dovesse diventare sindaco, teoricamente, non potrebbe farlo proprio per quella causa...gli amministratori non possono essere in contenzioso con la stessa amministrazione che rappresentano, a meno che la causa promossa al tar non l'abbia presentata qualcun altro... però se mi permetti, se Masiero dovesse, come ormai sembra certo, il candidato sindaco di una lista alla quale si appoggia il PD, mandando a casa prima il sindaco se dovesse vincere le elezioni si dovrebbe rispettare la volontà popolare.....ovviamente per sfiduciare il sindaco dovrebbero anche avere i numeri, i consiglieri di maggioranza del PD dovrebbero essere tutti convinti di andare a casa. L'altra volta, con Romano, il sottoscritto e altri del PDL hanno avuto, permettetemi, gli attributi di mandare a casa un sindaco incapace ( mi limito) non lo so se all'interno dei consiglieri del PD ci possa essere da parte di tutti una così forte volontà, considerando anche che Casson non sarà un super sindaco ma è sicuramente una persona onesta con dei valori autentici ( gli è riconosciuto presso che da tutti) ...domani vedremo.

    RispondiElimina
  27. Caro Comparato, io fossi in te non mi sbilancerei cosi'. Una brasiola di troppo puo' essere indigesta da mangiare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è vero che mi sono sbilanciato

      Elimina
    2. SI caro Comparato, sei sempre cosi mega gentile e super comprensivo con il Sindaco Casson, evidentemente apprezzi il suo operato e quello dei suoi più stretti collaboratori all'interno della giunta. Sinceramente vista la situazione disastrosa non si riesce a capire le ragioni di questa tua " legittima " posizione. Magari se hai voglia c'è le spiegherai.

      Elimina
  28. ma la brasiola pesante resta

    RispondiElimina
  29. domani Casson-Olympiakos 0-1, gol del n. 10 Daniel T. in rovesciata acrobatica

    RispondiElimina
  30. ma e' "braciola" o proprio "brasiola"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Casson è bene che vada a casa per le scelte (poche) che ha fatto, per la scelta del suo staff, dirigenziale, per non prendere decisioni dove serve e prenderne dove non serve, per le prese di posizioni come ad esempio con la brava Silvia Vianello, che è stata cacciata senza un valido motivo. Quando si caccia un assessore di solito, di li a poco si va a casa, poi si vedrá se ci sará il ribaltone o no, comunque la vedo dura...

      Elimina
  31. ma la gente ha votato il ribaltone? Sarebbe un'offesa ai cittadini una maggioranza spezzatino che litigherebbe più di quella attuale.
    Meglio andare a votare

    RispondiElimina
  32. l'attaccamento alla poltrona è una malattia più contagiosa dell'ebola ed altrettanto difficile da guarire. Arriveremo all'agonia della legislatura, con danni per tutti i cittadini, ma difficilmente molleranno l'osso.
    La dignità di fare un passo indietro verso le elezioni anticipate è qualcosa di troppo elevato per i politici nostrani, abituati a fare marchette e compromessi per interessi minuscoli e personali. Che squallore.

    RispondiElimina
  33. Fantacalcio: ecco la prossima Giunta:
    Giuseppe Casson, Riccardo Rossi, Massimiliano Tiozzo, Narciso Girotto; Romina Tiozzo Compini, Domenico Zanni, Gianni Dal Gesso.
    Vediamo quanti ne sbaglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come hai potuto dimenticare Mauro Bisto

      Elimina
  34. Comparato Sindaco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ghe digo sempre ma non a vuole, a dise che il nuovo ruolo lo soddisfa de pi.

      Elimina
  35. #meglioilvoto
    #Cassongohome
    #Cassonstaccalaspina

    RispondiElimina
  36. speriamo di non raccontare stasera un accordo di bassa bottega all'ultimo minuto, sarebbe una vera e propria presa per il posteriore, serve non una fase nuova, ma una era nuova. A casa tutti

    RispondiElimina
  37. da radio piazza arriva una notizia che se confermata sarebbe una vera è propria bomba: sembrerebbe che lo sportivissimo Narciso Girotto ha abbandonato l'operosissimo Sindaco Casson o viceversa. Certo che se confermata questa notizia si aprirebbero scenari goldoniani della politica clodiense.

    RispondiElimina
  38. bravo Girotto, se è vero, almeno ne hai fatta una giusta

    RispondiElimina
  39. Mose. Immerso l'ultimo casson...

    RispondiElimina
  40. Durante il consiglio comunale di ieri si è firmata una tregua armata tra le fazioni. Qualcuno vi racconterà che la maggioranza è più solida ma in realtà è tutto il contrario.
    Lo squallore della politica locale ha raggiunto uno dei punti più bassi.
    E' però chiarissimo che la frattura esiste, si è addirittura aggravata e che l'Amministrazione ormai resterà paralizzata a lungo, incapace di prendere qualsiasi genere di decisione, con buona pace dei bisogni di una città ormai in ginocchio.
    Se il malato sperava in una dolce morte, ieri è stato deluso. Sarà un'agonia dolorosa e, purtroppo, a spese dei cittadini.
    Speravamo in molti in uno scatto d'orgoglio e di dignità, che prendesse atto dell'opportunità di interrompere l'esperienza amministrativa, ma così, almeno per ora, non è.
    Dovremo aspettare la prossima occasione di scontro che, vi assicuro, non tarderà a venire.
    Nel frattempo la tanto criticata "macchina comunale" resterà ferma in garage, ad arrugginirsi, con le batterie scariche, bloccata da un paio (non di più) di miopi tecno-burocrati che non si rendono conto dei problemi della gente, e sperando che un giorno arrivi un meccanico finalmente capace di farla ripartire.

    RispondiElimina
  41. In effetti alla base dei pessimi rapporti tra UDC e PD ci sono dei tecnoburocrati, ma comunque errori di chi li ha scelti, errori che si pagano.

    RispondiElimina
  42. Ma come possono gli eredi di gente come Gramsci, Togliatti e Berlinguer anche soltanto pensare di candidare come sindaco di una città di 50 mila abitanti uno che si è accampato sotto il municipio per tre mesi?
    In Italia non si può mai dire di aver visto tutto. Allucinante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per essere precisi, più che accampato lui, ha utilizzato spesso e volentieri dipendenti PAGATI più vari disperati ai quali dava praticamente alloggio, diciamo le cose come stanno. Per carità si è fatto anche lui le notti, a questo punto la domanda è: ma quella manifestazione aveva fini nobili oppure era tutta una manovra per prendersi visibilità?

      Elimina
  43. Non vedo i motivi per i quali una persona che rimane tre mesi accampato per una battaglia che può essere più o meno condivisa non possa impegnarsi in politica. Può esserti poco simpatico, ma quando sostieni che in Italia non si può mai dire di avere visto tutto ti riferisci anche a quei eredi di Gramsci, Togliatti e Berlinguer che per una manciata di voti fanno marchette elettorali mascherandole con alta progettualità futura?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mancherebbe, che si impegni pure, allora preciso le domande sono: a) Quella volta che ti sei messo sotto il comune ti sei messo veramente per difendere gli interessi ( legittimi ) della tua darsena oppure avevi già in mente di entrare in politica? E potrebbe essere benissimo che la " vocazione" sia anche venuta dopo. b) C'è un contenzioso legale tra l'interesse privato delle darsene sul brenta e l'interesse pubblico di salvare un territorio dalla desertificazione e una migliore viabilità di isola verde, come minicmo c'è un bel conflitto di interessi ( provati ) come si può coniugare l'impegno in politica con questo....impedimento? Detto che si impegni, personalmente, parlo in generale, ho sempre avuto rispetto di chi si impegna in prima persona e ci mette la faccia.

      Elimina
  44. vorrei saperne di piu' di questo Masiero. Se il PD ha puntato su di lui ci saranno buone ragioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francamente su questo: " il Pd ha puntato su di lui" avrei qualche dubbio, non credo che quelli del Pd siano deficienti.

      Elimina
  45. E basta co sto masiero,lo sanno tutti che si sta facendo i propri interessi,prima critica e offende tutti e dopo si schiera con il leder del PD locale per candidarsi,sta solamente facendo il doppiogiochista per mettersi apposto i propri interessi personali e non quelli della città.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, perché dici queste cose? Io credo che sia invece molto bravo, ha solo un piccolo difetto, ma piccolo, crede di essere Dio ma è nulla di grave, con il tempo si può guarire,

      Elimina
  46. Ma non può uno che si sente Dio bloccare una città,gli interessi di una intera comunità sono più importanti di uno che vuole andare al potere solamente per i propri interessi. E non esiste solo il settore della nautica,ma la città vive di tante altre realtà! Però bisogna portarle nello stesso piano e non solamente la sua darsena. Qui cè in gioco un bel conflitto di interessi a discapito della città.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. SE NON SI FARà QUEL PONTE PER LA RISALITA DEL CUNEO SALINO,L AGRICOLTURA Avrà PERSO. SI PARLA TANTO DI DARSENE MA L AGRICOLTURA CHE è LA PRINCIPALE Attività ITALIANA NESSUNO SE LA FILA.

      Elimina
  47. Ma guarda caso non nomina mai il nome del suo migliore amico piddino,un motivo ci sarà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oramai si è capito il suo gioco,avere la popolarità attaccando la giunta e il sindaco in particolare cosi chè si prende popolarità e si fa passare per il salvatore del mondo e dopo fa il patto del nazareno con un potente esponente PD locale per farsi dare voti da quelli che lui ha sempre criticato come magna tramezini.

      Elimina

Chioggia Azzurra suggerisce ai gentili lettori la registrazione di un proprio account Google -anche attraverso uno pseudonimo- con il quale commentare gli articoli, al fine di favorire una miglior comprensione dell'identità digitale tra utenti. Non è nostra intenzione schedare o rintracciare in qualche modo chi commenta anonimamente; anzi lasciamo in tal senso la massima libertà al lettore di non declinare le proprie generalità, restando però nell'ambito del buon gusto e della corretta educazione nel commentare senza offendere alcuno. Siamo certi di essere compresi in questa esigenza, e per questo Chioggia Azzurra ringrazia.